SPECIALE REFERENDUM POPOLARE CONFERMATIVO 29.03.2020 - RINVIATO IN DATA DA DEFINIRSI

AVVISI E ORARI DEGLI UFFICI

 

RINVIATA LA DATA DEL REFERENDUM confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, in programma il 29 marzo prossimo.

In data 5 marzo 2020 il Consiglio dei ministri (Cdm) ha proposto al Presidente della Repubblica la revoca del DPR 28 gennaio 2020, con il quale, prima dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, era stato indetto il referendum popolare confermativo.

Le procedure referendarie in Italia e all'estero vengono quindi sospese, per riprendere quando sarà fissata, entro il 23 marzo p.v., la nuova data del referendum.

 

 

QUANDO E DOVE SI VOTA

 

DECRETI INDIZIONE ELEZIONI: decreto indizione referendum.

MANIFESTI CONVOCAZIONE DEI COMIZI ELETTORALI: manifesto referendum confermativo

SEGGI E SEZIONI ELETTORALI DEL COMUNE: ubicazione dei seggi - ripartizione per vie

AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO: consulta la circolare ministeriale

 

VOTO ASSISTITO - TRASPORTO ELETTORI NON DEAMBULANTI - VOTO DOMICILIARE

Al fine di facilitare al massimo l’esercizio del diritto di voto degli elettori affetti da patologie invalidanti o da difficoltà nella deambulazione sono previste le seguenti possibilità.

Seguirà su questa pagina la Circolare ULSS3 Serenissima per il rilascio dei certificati attestanti l'impedimento fisico di elettore.

VOTO ASSISTITO

Requisiti:

Gli elettori affetti da infermità tali da non consentire l'autonoma espressione del diritto di voto potranno esseri ammessi al voto con l’aiuto di un elettore liberamente scelto, purché sia iscritto in un qualsiasi comune della Repubblica (vedi sezione per maggiori informazioni).

Ammissione al voto assistito temporanea o permanente:

E’ facoltà degli elettori che si trovino in tali condizioni richiedere che il Comune di iscrizione annoti in modo permanente sulla tessera elettorale il diritto al voto assistito, mediante apposizione di un apposito simbolo (ADV). Detta annotazione dà diritto all'accompagnamento nella cabina elettorale per ogni consultazioni elettorali e referendarie, senza dover esibire altra documentazione.

Viceversa, quando non sia effettuata tale annotazione, oppure quando la grave infermità fisica sia temporanea, la documentazione indicata (certificato medico ULLS di competenza) dovrà essere esibita al Presidente del seggio in occasione di ogni singola consultazione elettorale.

Per la richiesta di voto assistito permanente utilizzare il seguente modello e presentarsi allo Sportello Elettorale del Comune (lun - merc - ven 8.30-12.00, mar e gio 14.30-17.15), con la propria tessera elettorale e il certificato rilasciato dall'ULSS di competenza, per l'apposizione del timbro sulla tessera stessa.

 

VOTO A DOMICILIO

L'elettore affetto da infermità che ne rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione, deve far pervenire al Comune un'espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimora, corredata della prescritta documentazione sanitaria (ai sensi dell'art. 1 del decreto legge 3.01.2006 n.1, e succ. mod. e int.).

AVVISO DEL SINDACO

I termini per la presentazione della domanda sono dal 18 febbraio 2020 al 09 marzo 2020 (termini ordinatori) inoltrando la richiesta attrevarso il seguente modulo, corredato di copia del documento d'identità.

Scarica il modulo di domanda PDF WORD

 

SERVIZIO DI TRASPORTO ELETTORI NON DEAMBULANTI

Come per le altre consultazioni solitamente viene messo a disposizione dal Comune, a cura della Croce Gialla di Spinea, il servizio di trasporto per facilitare il voto degli elettori che non sono in grado autonomamente di recarsi presso la propria sezione elettorale.

Per usufruire di tale servizio, che si svolgerà domenica 29 marzo 2020,  è necessario presentare apposita domanda al Comune, ultilizzando il modello e le indicazioni che verranno fornite su questa pagina.

 

VOTO DEGLI ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO

 

ELETTORI STABILMENTE RESIDENTI ALL'ESTERO (ISCRITTI ALL'AIRE)

I cittadini italiani residenti all'Estero ed iscritti all'AIRE  ai sensi della legge 27 dicembre 2001, n. 459, e del relativo regolamento di attuazione approvato con D.P.R. 2 aprile 2003, n. 104, votano per corrispondenza.

 

La predetta normativa, nel prevedere la modalità di voto per corrispondenza da parte di tali elettori, i cui nominativi vengono inseriti d’ufficio nell’elenco degli elettori residenti all’estero, fa comunque salva la possibilità di votare in Italia, previa apposita e tempestiva opzione, da esercitare in occasione di ogni consultazione popolare e valida limitatamente ad essa.

 

In particolare, nel caso di specie, il diritto di optare per il voto in Italia, ai sensi degli artt. 1, comma 3, e 4 della legge n. 459/2001 nonché dell’art. 4 del D.P.R. n. 104/2003, deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione del referendum (intendendo riferito tale termine alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di indizione), tale termine è scaduto lo scorso 8 febbraio 2020.

 

L’opzione dovrà pervenire entro il termine sopraindicato all’Ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell’elettore e potrà essere revocata con le medesime modalità ed entro gli stessi termini previsti per il suo esercizio.

Qualora l’opzione venga inviata per posta, l’elettore ha l’onere di accertarne la ricezione, da parte dell’Ufficio consolare, entro il termine prescritto.

 

Queste informazioni possono essere reperite anche sul sito www.esteri.it e sui siti degli Uffici Consolari.

 

È VIETATO IL DOPPIO VOTO. SE SI VOTA NELLE SEZIONI ISTITUITE ALL’ESTERO NON SI POTRÀ VOTARE IN ITALIA E VICEVERSA (ART. 49 DELLA LEGGE 18/1979).

 

 

ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO

 

Gli elettori italiani temporaneamente all'estero per motivi di studio o di lavoro, per almeno tre mesi entro cui ricade la data della votazione, nonché gli elettori famigliari con essi conviventi, possono:

  • votare nel Comune di iscrizione nelle liste elettorali in Italia, usufruendo delle agevolazioni di viaggio previste;

  • votare dall'Estero per corrispondenza. L’art. 4-bis, comma 2, della legge n. 459/01, modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett. a), della legge 3 novembre 2017, n. 165, prevede che l’opzione di voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero sia inviata direttamente al comune d’iscrizione nelle liste elettorali e dovrà pervenire entro il 26 febbraio p.v. L’opzione (scarica qui il modello) dovrà pervenire al comune debitamente compilata e corredata della copia di un documento d'identità. Potrà essere spedita per posta ordinaria al Comune di Spinea - Ufficio Elettorale, Piazza Municipio 1, Spinea 30038 (VE), per posta elettronica anche non certificata all'indirizzo email elettorale@comune.spinea.ve.it, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

____________________________________________________________________

Agevolazioni di viaggio

In vista dello svolgimento delle consultazioni elettorali, le amministrazioni delle società ferroviarie, autostradali, flotte e compagnie di navigazione aerea e marittima normalmente provvedono ad applicare agevolazioni tariffarie, anche in base alle convenzioni in essere con il Ministero dell'Interno, guarda la circolare ministeriale.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Ministero dell'Interno www.interno.gov.it o sui siti delle singole società esercenti il servizio di trasporto.

 

 

PROPAGANDA ELETTORALE - ASSEGNAZIONE SPAZI

 

PROPAGANDA ELETTORALE: 

Viene di seguito pubblicata la circolare della Prefettura di Venezia relativa alla Propaganda Elettorale.

circolare

DELIMITAZIONE DEGLI SPAZI ELETTORALI:  delibera di Giunta Comunale n. 28 del 26.2.2020

ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ELETTORALI:  delibera di Giunta Comunale n. 29 del 26.2.2020